IL CLOWN DIDATTICO

MARZO 2017 – Cagliari

IL CLOWN DIDATTICO
CORSO DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI   di ogni ordine e grado

A cura di Pietro Olla

img_5656

  • lunedì 27 marzo – 16,00/19,30
  • lunedì 3 aprile – 16,00/19,30
  • lunedì 10 aprile – 16,00/20,00
  • Costo 100,00 €
  • Sede: Agenzia LYbis, Via Tempio 27 Cagliari

È un corso di formazione, sulla didattica attiva e laboratoriale. Mediante l’utilizzo di tecniche circensi e teatrali, il conduttore racconta storie fantastiche e scientifiche e propone giochi interattivi con i quali si vivono le esperienze del circo e si ragiona sui fenomeni osservati. Durante le 10 ore di formazione con gli  insegnanti si analizzano le varie tecniche di comunicazione ( il clown, la didattica attiva ) e ci si confronta su utilità e validità da un punto di vista didattico/pedagogico.

Il corso tratterà anche argomenti teorici relativi alla didattica disciplinare con approfondimenti sulle didattiche attive e laboratoriali.  Proporrà numerose occasioni di riflessione, tra colleghi con formazioni differenti in una ottica di gruppo di lavoro Verticale e Interdisciplinare. Nello specifico si sperimenteranno e si avrà modo di affrontare tematiche come:

  • La Situazione Didattica, Non Didattica e A-Didattica: si prenderà spunto dalle considerazioni sul Triangolo Alunno Insegnante Sapere ( A – I – S) e dalla idea di lasciare A in relazione diretta con S;
  • Interattività Intellettuale, Fisica ed Emotiva: si discuterà delle differenze e potenzialità nelle nostre esperienze di insegnanti e formatori;
  • Il laboratorio didattico interattivo: si cercheranno con i partecipanti le regole per la progettazione e l’ideazione  e ci si confronterà su teorie ed esperienze vissute in classe;cropped-cropped-10697982755_9631053203_o-1.jpg

 

COSA È IL CLOWN DIDATTICO

Il Clown è un insegnante un po’ speciale, con competenze di giocoleria e micromagia, capacità di ascolto e presenza scenica, abilità formate sui palcoscenici teatrali e sperimentate e collaudate nelle aule scolastiche per ragazzi di tutte le età. Il suo “potere” nella gestione del gruppo è legato all’utilizzo di tecniche di teatro dell’oppresso, gestione positiva dei conflitti e di strumenti propri dei laboratori clown; di tali tecniche si serve per creare il contesto e facilitare situazioni didattiche e a-didattiche utili a favorire il processo di insegnamento/ apprendimento.
l corso  è un lavoro anche teatrale, dunque è richiesta una buona dose di disponibilità a “mettersi in gioco” con giochi ed esperienze che possono toccare corde sensibili come il senso del ridicolo, il conflitto e la soluzione comica, la presenza scenica, improvvisazione e qualche cenno di teatro fisico o acrobatica.

Qui di seguito il percorso teatrale:

Giochi di psicomotricità e riscaldamento psicomotorio: lavoriamo su coordinazione, ascolto, dissociazione corporea, dissociazione fisico intellettuale.

  • Brevi cenni su alcuni concetti base dello stare in scena: spazio, tempo, il corpo, la voce, il senso del ridicolo, lo sguardo, impulso, conflitto, meccanismi comici, sconfitta,
  • Il Naso rosso: “la maschera che smaschera”
    ● Improvvisazioni clown: discussione sulle metafore di alcuni giochi clown
    ●  Riscaldamento fisico e mentale
    ●  Cenni di acrobatica
    ●  Site swap (la matematica del juggling)
    ●  Equilibrio e giochi di fiducia
    ●  Manipolazione dei materiali
    ●  Improvvisazione con oggetti

Il corso è stato già proposto ed eseguito con soddisfazione presso numerosi istituzioni scolastiche, musei, enti e università in Europa e in Italia, tra questi:

  • Coop Tuttestorie Aprile 2016 – attivati due corsi riconosciuti dal MIUR;·Comune di Cagliari ( 4 corsi da 10 ore per 70 insegnanti di ogni ordine e grado ) A.S. 2012/13; ·         Museo Tridentino di Scienze Naturali 2012, Trento ·         Comune di Quartu S.E. ( 6 corsi da 10 ore per circa 110 insegnanti di ogni ordne e grado ) A.S. 2010/11;·         Heureka, Helsinki, Finlandia, 2010;·         Copernicus, Varsavia, Poland, 2010; ·         Scuola di specializzazione EASE, Festival della Scienza di Genova, 2010;
  • Corso per operatori di scuole di Piccolo Circo ( Univ Tor Vergata ) A.A. 2009/10 e 2011/12; ·Master di II livello in Comunicazione Scientifica ( Univ. di Cagliari ) A.A. 2009.

 

Sono aperte le iscrizioni .

Per informazioni e iscrizioni: Cooperativa Tuttestorie, via Orlando 4 Cagliari , 070659290

 E-mail: formazionetuttestorie@gmail.com;
http://www.tuttestorie.it

NOI CI SIAMO!
I corsi di formazione della Cooperativa Tuttestorie sono accreditati dal M.I.U.R. ed è possibile utilizzare la 
CARTA DEL DOCENTE

A fine corso verrà rilasciato l’attestato di frequenza. La Cooperativa Tuttestorie è un ente formatore accreditato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. n. 90/2003 Decreto del 28/04/2015 prot. 004731).

 

… tutto si trasforma

Nulla si crea e Nulla si distrugge, ma Tutto si trasforma. 

Carissimi e carissime, 

BENVENUTE, BENVENUTI… 

avete sotto gli occhi il nuovo sito di CircoScienze.
Uno spazio nuovo, nelle intenzioni, dinamico, interattivo e partecipato.

Una prima parte statica è già pronta e visitabile, molto simile al vecchio sito, ma più leggera e semplice. E’ la storia della nostra Associazione Culturale, Le Strade di Macondo, da 10 anni impegnata nella promozione della Cultura Scientifica, dell’Arte di Strada e del Circo, in Sardegna, Italia e nel Mondo. Ma è anche parte della mia storia professionale: Ingegnere Elettronico, Ricercatore, Artista di Circo, Clown Giocoliere, ed ora, a coronamento di un sogno, Insegnante di Tecnologia alla scuola Media. Ecco… da qui mi piacerebbe partire nella mia osservazione del mondo e della scuola. Vorrei utilizzare i miei occhiali circensi per osservare la Scuola nel suo complesso oltre che i miei strumenti di circo per far Scuola.

Il mio desiderio è di pubblicare e condividere riflessioni e commenti, strategie didattiche e scelte pedagogiche con i lettori che vorranno leggere e partecipare.
Il CIRCO non esce dalla mia vita, ma deve necessariamente fare spazio alla SCUOLA, che entra prepotentemente. Insieme possiamo fare grandi cose.
Divertirci, imparare, insegnare, crescere.

Perché ora?
Perché adesso ho voglia e tempo di farlo.
Perché adesso ho concluso il periodo di prova nella scuola.
Perché ho smesso di emozionarmi all’idea di avere uno stipendio fisso ed un lavoro con diritti e doveri regolari. E’ arrivato il momento di dedicarmi con calma ad una riflessione sul mio lavoro. 

Circoscienze non si ferma ( anche se il sito web è stato colpevolmente abbandonato per due anni). 

Come ci insegna il principio di conservazione dell’Energia, 

Nulla si crea e Nulla si distrugge, ma Tutto si trasforma. 

E anche Circoscienze si trasforma. Evolve e cresce come ciascuno di noi e per fare questo ha bisogno anche di pause, correzioni, riflessioni. Occorre saper prendere le occasioni che la vita ci offre. Trasformare gli ostacoli in trampolini di lancio. Cogliere i momenti di crisi come occasioni di riflessione e rilancio. Io non sempre sono stato capace di farlo, ma sono soddisfatto del mio percorso. 

Adesso, al mio terzo anno di insegnamento curricolare, dopo venti anni di impegno educativo e didattico, sono pronto e ansioso di condividere scelte ed emozioni,  strategie e difficoltà, tecniche didattiche e sperimentazioni ludiche, proposte e reazioni degli alunni, gioie e dolori, frustrazioni e soddisfazioni. E, nel progettare questo, sono emozionato e felice ma anche preoccupato e consapevole della responsabilità che mi aspetta. 

Con questo articolo, inizio a ordinare sul blog, appunti e riflessioni, progetti e sogni, inediti e vecchie idee già pubblicate. Ma non basta, ci saranno anche tante belle cose che prendono vita in classe: le sperimentazioni didattiche con i ragazzi, le Unità di Apprendimento, il lavoro quotidiano nelle scuole in cui insegno tecnologia, spunti e dubbi, riflessioni sui tempi e sui luoghi delle mie lezioni curricolari, sulle nuove tecnologie da affrontare con i nativi digitali, sul potere del teatro nella comunicazione scolastica, o del circo nei laboratori interdisciplinari. 

Infine desidero pubblicare e riordinare tutti i miei appunti e i supporti digitali che hanno corredato i corsi di formazione per insegnanti, a partire dall’ultimo, quello dell’Aprile 2016, svolto nell’ambito della scuola di specializzazione della Coop. Tuttestorie, con cui mi onoro di collaborare. 

a presto

Pietro